INDUSTRIA

Scade il 6 FEB 14

Niccolo Biddau ZANETTI
Niccolò Biddau, L’ORÉAL ITALIA. Il pennello mascara viene alloggiato nel suo contenitore e quindi avvitato
Niccolò Biddau, L’ORÉAL ITALIA. Il pennello mascara viene alloggiato nel suo contenitore e quindi avvitato

Il mito della macchina, diventato formidabile negli Anni Venti, è sempre stato oggetto di studio da parte dei fotografi affascinati da questo particolare aspetto della modernità. Nicolò Biddau gioca con l’occhio, rende visibili dettagli che al normale osservatore sono preclusi, coglie astrazioni e geometrie nei macchinari, nei circuiti e nei “dietro le quinte” dell’industria italiana. Vere e proprie nature morte, 30 scatti in bianco e nero e 200 immagini che scorrono nei video che raccontano la complessa ricerca del fotografo verso “l’estetica della tecnologia”.

“Non faccia foto banali!” mi disse il titolare dell’azienda congedandomi dopo il sopralluogo. Vi confesso che questa esortazione mi trasmise serenità e massima libertà creativa al tempo stesso. Era estate e faceva molto caldo, ma la possibilità di esplorare una cartiera fin nei suoi angoli più remoti fu un viaggio davvero appassionante. Ad un certo punto, dovendo ripercorrere tutto il ciclo produttivo, salimmo in un reparto dove veniva lavorata la cellulosa in vasche enormi. La temperatura era molto elevata ma il candore e la delicatezza della materia mi colpirono molto per l’armonia del movimento. L’osservazione di quel moto continuo mi permise di scoprirne le forme più affascinanti.

Biografia

Niccolò Biddau nasce a Torino nel 1966 e inizia la sua attività nel 1988 come fotografo freelance realizzando reportage in Estremo Oriente e in America Latina; a partire dal 1998, focalizza la sua ricerca sui paesaggi urbani, sulla scultura e sulla fotografia d’interni privilegiando il bianco e nero. Dal 2002 inizia una serie di campagne fotografiche che raccontano e analizzando i cicli produttivi delle aziende e industrie, ponendo al centro del proprio linguaggio interpretativo “l’estetica della tecnologia”. Dal 2005, parallelamente alla sua attività di fotografo, diventa anche curatore di libri e di mostre incentrate sul tema della fotografia industriale italiana per conto di istituzioni e aziende. Nel 2007 fonda PHOTO publisher: una Società editoriale che, avvalendosi della collaborazione di diversi professionisti, pubblica sue monografie e organizza le sue mostre. Nel 2010 è stato giudicato dalla giuria del Black and White Spider Awards, composta da trentanove tra i più importanti decision makers della fotografia mondiale, per originalità, merito artistico e stile come uno dei migliori fotografi internazionali nell’impiego del bianco e nero.

Niccolò Biddau, FILATURA DI GRIGNASCO
Niccolò Biddau, FILATURA DI GRIGNASCO
INDUSTRIA di Niccolò Biddau
Triennale di Milano
Viale Emilio Alemagna, 6 Milano.
Martedì – Domenica 10.30 – 20.30
Giovedì 10.30 – 23.00
Lunedì chiuso
Ingresso libero
www.triennale.it
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.