Graziano Folata, al primo sognatore