Equivoco ad arte | DAPHNE INTERIORS

FUORI Ticinese/Porta Genova
EX COMPLESSO RICHARD GINORI
via Morimondo, 26 (edificio 1)
dal 10 al 14 | 10.00 – 21.00
http://www.daphneinteriors.com

estratto del comunicato stampa

Inaugurazione ufficiale il giorno 10 alle 18.00, con l’evento intitolato “Equivoco in tazzina: Caffè per tutti”, durante cui singolari degustazioni saranno offerte ai visitatori.

Insoliti contrasti d’autore, in un gioco di equivoci artistici da interpretare e ammirare: ecco perché “Equivoco ad arte” è il titolo di questa settimana evento, durante cui verrà ufficialmente presentata la collezione 2013, in uno showroom all’interno dell’ex complesso Richard Ginori, edificio 1, in via Morimondo 26.
I visitatori potranno muoversi in una scenografia caratterizzata da tre aree delimitate da cornici in ferro, che trasformano gli allestimenti in quadri da ammirare. Le tre aree, di cui una riservata al luxury, un’altra d’ispirazione più natural e la terza dedicata alla decorazione artistica, saranno arricchite da pezzi unici, imbottiti naturali e originali complementi.
Video, musica e live cooking in tema completeranno l’ambientazione dell’allestimento, aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 21.

Materia, dettaglio e decoro sono i tre elementi che hanno ispirato la nuova collezione e che fanno di queste creazioni opere di artigianato artistico, in cui modernità e sapienti tecniche artigianali si fondono in un originale connubio:
– materiali naturali accostati sapientemente, in modo da trasformare il contrasto tra sensazioni opposte in insolite armonie;
– dettagli che costituiscono gli elementi creativi principali da cui hanno origine i prodotti;
– decori artigianali unici ed esclusivi, che impreziosiscono le superfici come se fossero delle tele da dipingere.
Da questi elementi nasce una collezione d’ispirazione natural-chic composta di cucine, tavoli, imbottiti e mobili contenitori che rivisitano la tradizione con eleganza e originalità.

LO STABILIMETO RICHARD GINORI

Il complesso ex Richard Ginori occupa un ampio isolato tra via Ludovico il Moro e via Morimondo. L`edificio originale, una villa suburbana del Settecento, fu acquistato nel 1809 e convertito in stabilimento industriale, usando le acque del Naviglio come forza motrice. Nel 1830 la fabbrica fu adattata alla produzione di porcellane, avviata da Gindrad e Billet. Dopo una lunga e intensa attività, nel 1986, per le profonde trasformazioni economiche che interessarono il sistema metropolitano, lo stabilimento venne dismesso. Negli anni 1996-98, la parte della ex Richard Ginori è stata interessata da un intervento di recupero conservativo, progettato da Studio Milano Layout, che ha convertito questa zona dell`ex fabbrica in una serie di spazi articolati, di chiara memoria industriale, affacciati su piccoli giardini interni. Questa operazione ha avviato un processo spontaneo di insediamento di operatori collegati alla moda e al design nell’area e nei suoi dintorni. L’ultimo intervento di riqualificazione attuato dal gruppo Cajrati Crivelli nel 2002, vede la nascita di una nuova cittadella della creatività, moda, design, pubblicità ed arte, stabilendo nuove sinergie, grazie all`insediamento di attività a elevata possibilità di integrazione.

[googlemaps https://maps.google.it/maps?f=q&source=s_q&hl=en&geocode=&q=Via+Morimondo,+26,+Milan,+Province+of+Milan&aq=0&oq=Via+Morimondo,+26&sll=45.455514,9.168446&sspn=0.007451,0.01929&gl=it&ie=UTF8&hq=&hnear=Via+Morimondo,+26,+20143+Milano,+Lombardia&t=m&ll=45.445138,9.150324&spn=0.028905,0.054932&z=14&iwloc=A&output=embed&w=640&h=480]

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.