Che storie!

Scade il 12 MAG 13

(Foto © Valeria Corbetta)

Il Palazzo della Ragione di Milano fino al 12 maggio presenta la mostra Che storie! Oggetti, miti e memorie dai Musei e archivi d’Impresa che racconta attraverso le collezioni degli archivi e dei musei d’impresa, oltre 150 anni di storia e cultura del nostro paese che posso essere letteralmente rivissuti dal visitatore grazie a questi unici “oggetti portatori di grandi storie” come sottolinea Davide Ravasi curatore del progetto. Un racconto collettivo dell’industria, del lavoro e della società attraverso manifesti, materiale filmico e fotografico, prototipi, bozzetti, riviste, lettere e disegni provenienti dalle collezioni delle grandi aziende italiane che spaziano dal settore alimentare alla moda, dal design alle acciaierie, dal tessile all’energia, dai motori alla farmaceutica, dalla ceramica allo sport.

La mostra è organizzata intorno a 4 aree tematiche,  la Storia e la Memoria, il Mito e la Passione, la Scoperta e la Meraviglia, l’Identità e l’Innovazione,  che raccolgono le ricche ed eterogenee collezioni degli oltre 40 associati di Museimpresa, un’organizzazione che da 10 anni si impegna a valorizzare il patrimonio di documenti, materiali iconografici, prodotti e macchinari che raccontano la storia delle aziende e dei suoi protagonisti. Troviamo i bozzetti d’artista di Depero della Galleria Campari accanto ai regali delle merendine del Mulino Bianco, filmati d’archivio AEM e Breda accanto a Caroselli Branca e Snam. Le scarpette rosse di Calzature Ferragamo accanto agli occhiali della collezione Safilo e i cavalli giocattolo del Museo Artsana.  Casalinghi Guzzini in plastica colorata accanto a biciclette storiche dal Museo Nicolis. Schede multimediali e filmati che ci raccontano la genesi di oggetti che fanno parte ormai della nostra cultura non dimenticando gli aneddoti più curiosi come la storia dello spremiagrumi di Philippe Starck che pare ispirato a un succulento piatto di moscardini che il designer aveva provato pochi giorni prima!

Non mancano gli oggetti icona e scenografici che scandiscono il percorso tra gli altri, il muso di una Ferrari appeso come un quadro-scultura, la Valentine Olivetti con gli eleganti e coloratissimi poster e una Vespa argentata, ma anche l’evoluzione delle macchine da caffè, delle biciclette d’epoca, fino agli aromi e alle essenze utilizzati dalla Fernet Branca per i suoi liquori. Si possono ammirare infine prototipi di Alessi, disegni tecnici da La Marzocco e un vecchio tecnigrafo Same che ci svelano l’attenzione al dettaglio, l’artigianalità e l’intima relazione con la materia che sta dietro al grande design italiano.

Clicca qui per vedere il Carosello di Campari!
Clicca qui per vedere il Carosello di Campari!
Clicca qui per vedere il Carosello di Campari!
Clicca qui per vedere il Carosello di Campari!
Spot Snam 1998, Clicca qui per vedere il video!
Spot Snam 1998, Clicca qui per vedere il video!
CHE STORIE! Oggetti, miti e memorie dai musei e dagli archivi d’impresa
Palazzo della Ragione, Piazza Mercanti 1 – Milano
Lunedì: 14.30 – 19.30 
Da martedì a domenica: 09.30 – 19.30
 Giovedì: 09.30 – 22.30
INGRESSO GRATUITO
www.museimpresa.com
 www.comune.milano.it/palazzoreale

[googlemaps https://maps.google.it/maps?client=safari&q=palazzo+della+ragione+milano&oe=UTF-8&ie=UTF8&hq=palazzo+della+ragione+milano&t=m&ll=45.464766,9.18781&spn=0.003612,0.006866&z=17&iwloc=A&output=embed&w=640&h=480]

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.