3 / Settanta

Scade il 03 APR 13

Geloso 1973 #B12 copia 2
Capodanno alla Geloso occupata, 1973 (courtesy Galleria Monopoli)

Tre città, Milano, Brindisi e Cerano, raccontano l’impatto del giovane Pio Tarantini con le tematiche sociali e con la metropoli. Tre reportage fotografici – realizzati dall’artista tra il 1972 e il 1977 – dal taglio documentaristico che testimoniano la maturità intellettuale della sua prima produzione, rivelando al tempo stesso la sua precoce sensibilità estetica e la naturale propensione alla fotografia. Quella raccontata da Tarantini è la Milano dei primi anni Settanta, vista da lontano, dal liceo che frequentava a Lecce o da Torchiarolo, città salentina in cui è nato e che è stata teatro delle sue prime sperimentazioni fotografiche. Una Milano che ai suoi occhi già incarnava quel mito di modernità e di progresso che solo dal 1973 il fotografo scopre davvero, quando qui si trasferisce per studiare Scienze Politiche all’università Statale. Capodanno alla Gelso, una delle tre serie esposte presso gli spazi della Galleria monopoli, fu realizzato a Milano l’1 gennaio 1973 in un capannone dell’omonima ditta milanese, che produceva magnetofoni e altri prodotti elettrotecnici, testimonianza e racconto dell’occupazione della fabbrica ad opera degli operai a rischio di licenziamento.

Brindisi 1972 #A09 copia
Brindisi, 1972 (courtesy Galleria Monopoli)
Brindisi 1972 #A03 copia
Brindisi, 1972 (courtesy Galleria Monopoli)

La serie Quartieri degradati a Brindisi del 1972 è un’analisi documentaria sui quartieri poveri del centro storico e della periferia brindisina realizzata in occasione della prima festa provinciale dell’Unità, nell’estate del 1972. Il terzo ed ultimo lavoro  in mostra, Cerano, è un documentario sulla baraccopoli che ogni anno era ricostruita con materiali precari sulla costa a pochi chilometri da Brindisi. Un raro documento su ciò era la costa brindisina prima della costruzione della centrale elettrica di Cerano-Brindisi Sud, che si configura come ricerca sulla memoria di un paesaggio perduto e che Tarantini immortala con la meticolosità di uno studio antropologico, un insediamento umano prima di essere completamente cancellato per la costruzione del sito industriale. Diversamente dai primi reportage le fotografie qui sono riprese a colori e restituiscono alla memoria le tonalità pastello con cui gli abitanti del villaggio dipingevano a calce le baracche, riproponendo lo stesso procedimento usato per dipingere le facciate delle tradizionali case salentine.

pio1
Cerano, 1975-1977 (courtesy Galleria Monopoli)
Cerano, 1975-1977 (courtesy Galleria Monopoli)
Cerano, 1975-1977 (courtesy Galleria Monopoli)
3/Settanta.
Tre reportage dagli anni Settanta.
GALLERIA MONOPOLI
Via Eustachi 10, Milano
Martedì – Sabato 14.00 – 19.00
ingresso gratuito

www.galleriamonopoli.com

https://maps.google.it/maps?oe=utf-8&client=firefox-a&q=via+Giovanni+Ventura+6,+Milano&ie=UTF-8&hq=&hnear=0x4786c650da8b1237:0xfb5636836309a54b,Via+Giovanni+Ventura,+6,+Milano&gl=it&mid=1362587320

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.