Hypothesis

Affermatosi sulla scena dell’arte contemporanea a partire dagli anni Novanta, Philippe Parreno è uno degli artisti francesi più rilevanti degli ultimi venti anni. Hypothesis è la sua prima mostra antologica in Italia, in cui gli spazzi industriali di Hangar Bicocca risultano ridefiniti e modulati da una sequenza di eventi che coinvolgono media eterogenei: dalla radio alla televisione, dall’informatica al cinema.

Hypothesis, Installation view (courtesy Hangar Bicocca)
Philippe Parreno, Hypothesis, Installation view (courtesy Hangar Bicocca)

La mostra si apre con le diciannove marquees (sculture in plexiglas, luci e suono realizzate da Parreno tra il 2006 e il 2015) che compongono l’installazione Danny the street: una strada immaginaria che definisce il percorso della navata centrale dello spazio espositivo. Per la loro realizzazione l’artista si ispira alle insegne luminose poste all’esterno dei cinema americani per promuovere i film in sala e le fa accendere e spegnere secondo una vera e propria partitura concepita insieme a diversi musicisti e artisti. Sotto di loro due pianoforti suonano in autonomia (nessuno pianista performante) una melodia che scandisce e determina la sequenza temporale di tutta la mostra.

Sulle pareti, nei momenti di silenzio, vengono proiettati tre film girati e montati da Parreno tra il 2003 e il 2015 nei quali l’artista indaga il rapporto tra arte e vita, comunità e sostenibilità, fondendo tra di loro realtà e finzione.
Questa stessa ricerca viene portata avanti nell’opera Another day with another sun, dove una luce artificiale che si muove sospesa lungo le colonne delle navate dello spazio espositivo, proietta a terra e sulle pareti le ombre delle marquees, disegnando così un paesaggio fantasmatico, un luogo enigmatico che evoca uno scenario urbano effimero.

Hypothesis, Installation view (courtesy Hangar Bicocca)
Philippe Parreno, Hypothesis, Installation view (courtesy Hangar Bicocca)
Hypothesis, Installation view (courtesy Hangar Bicocca)
Philippe Parreno, Another day with another sun (courtesy Hangar Bicocca)

Interessato più alle dinamiche e alle forme in cui l’opera d’arte è presentata al pubblico che alla sua produzione, con i suoi film, installazioni, performance e testi, Parreno sovverte i codici legati allo spazio e interroga le convenzioni della mostra attraverso l’inserimento della dimensione temporale. Luci, ombre, immagini in movimento e suoni estendono sia i limiti fisici delle opere, sia quelli architettonici dello spazio che le ospita, immergendo i visitatori in un ambiente in cui le dimensioni spaziali e temporali cessano di essere certezze.

Hypothesis, Installation view (courtesy Hangar Bicocca)
Philippe Parreno, Hypothesis, Installation view (courtesy Hangar Bicocca)
SCADE IL 14 FEB 16
Philippe Parreno, Hypothesis cucchiaio3
Hangar Bicocca
via Chiese 2, Milano
giovedì - domenica: 11.00 - 23.00
ingresso gratuito
Tags: