Parenti District Art & Design

Il nuovo distretto della Milano Design Week 2019

Installazioni, mostre, performance, laboratori, talk, cinema e happening. Eventi inediti e straordinari per accendere una sinergia del tutto nuova tra le arti performative e il mondo dell’arte e del design.
Da un’idea di Andrée Ruth Shammah, anima del Teatro Franco Parenti con la collaborazione di Galleria Continua, Mosca Partners, Galleria Blanchaert, Intesa Sanpaolo, Associazione Pier Lombardo e Domus media partner del progetto.
Qui di seguito le quattro mostre ospitate nel quarter generale; a seguire una selezione di eventi interessanti nei dintorni!

Mostra collettiva: Immersione libera
Interazione, libertà e ricerca sono le parole d’ordine di Immersione libera, la mostra collettiva, a cura di Giovanni Paolin, in programma dal 2 aprile al 18 maggio nei suggestivi spazi della Palazzina dei Bagni Misteriosi. Dodici giovani artisti attivi in Italia sono stati chiamati a confrontarsi con uno dei luoghi più affascinanti di Milano, recentemente riscoperto e reso accessibile al pubblico, con l’invito a ideare nuove opere site-specific. Immersione libera – momento espositivo realizzato in collaborazione con Galleria Continua, Associazione Pier Lombardo e Teatro Franco Parenti – è un progetto dell’imprenditrice e collezionista Marina Nissim volto a sostenere e promuovere artisti di nuova generazione, dando loro ampio supporto e spazio d’espressione.
Diversi tra loro per background e luogo di provenienza, Alfredo Aceto, Agreements to Zinedine, Antonello Ghezzi, Calori & Maillard, Campostabile, Giovanni Chiamenti, Alessandro Fogo, Francesco Fonassi, Valentina Furian, Raluca Andreea Hartea, Ornaghi & Prestinari e Marta Spagnoli sono stati selezionati da Giovanni Paolin tra le voci emergenti più interessanti e innovative del panorama internazionale contemporaneo.

La mostra non segue un unico filo conduttore, ma abbraccia un ampio ventaglio di proposte che spaziano tra linguaggi, materiali e tecniche differenti. Agli artisti coinvolti, infatti, è stata concessa la massima libertà di sperimentazione senza alcun vincolo o limite, con l’obiettivo di arricchire il percorso espositivo e i suoi significati attraverso punti di vista sempre nuovi e alternativi. Nella loro diversità, tutte le opere sono pensate per fondersi con lo spazio circostante e favorire, attraverso esperienze immersive, il coinvolgimento dei visitatori. Sculture, opere pittoriche, stampe, fotografie, proiezioni video e installazioni, inoltre, entreranno in dialogo con una serie di eventi temporanei realizzati a cadenza settimanale in collaborazione con i curatori ospiti – Giulia Colletti, Caterina Molteni, Treti Galaxie – per valorizzare la versatilità degli spazi della Palazzina aggiungendo ulteriori esperienze artistiche a quella in mostra. Maggiori informazioni


Mostra collettiva – Rifelssioni Riflesse
Otto gli artisti-designers: Simone Crestani, Silvia Finiels, Pietro Follini, Raoul Gilioli, Joanna Louca, Sedicente Moradi, Omri Revesz, Maria Grazia Rosin, che si esprimono attraverso vari materiali e in particolare il vetro, con grande attenzione ai processi tradizionali e all’innovazione tecnologica. Temi d’ispirazione sono l’acqua, la trasparenza, lo specchio in interazione dinamica con l’ambiente. Verrà presentato anche un focus sul genio di Leonardo da Vinci, in occasione dei cinquecento anni dalla morte. Maggiori informazioni


Progetto collettivo: Around the Water
Mosca Partners presenta un percorso di scoperta del design italiano e svedese negli spazi interni e esterni di piscina e teatro.
Around the Water ai Bagni Misteriosi consente di avere una panoramica della produzione in tutte le sue sfaccettature: il design di oggi, rappresentato dalle aziende e dalla generazione di designer emergenti, e il progetto di domani, declinato nell’estro creativo degli studenti. Maggiori informazioni

Mosca Partners propone inoltre la mostra Eros, il cui approfondimento esplora i lavori del workshop degli studenti della Scuola del Design del Politecnico di Milano condotto da Michele De Lucchi, Francesca Balena Arista e Mario Greco. Questa riflessione pone l’accento su una tematica antropologica, considerata in senso ampio ed esplorata attraverso quattordici modelli di progetto, unitamente ad altrettanti video. Tutto lo studio, condotto assieme ai ragazzi, è stato realizzato con la supervisione di Marco De Santi, Marta Cecchi e Giuseppe Arezzi. Maggiori informazioni

 



Francesco Bocchini, insomma, anche i miei sforzi saranno ricompensati
La Galleria l’Affiche colora le pareti della caffetteria Milano Roastery con l’opera insomma, anche i miei sforzi saranno ricompensati di Francesco Bocchini. L’artista è conosciuto in Italia e all’estero soprattutto per le sue sculture, installazioni e teche e per i suoi meccanismi. Ha presentato i suoi lavori anche in eventi collaterali delle ultime edizioni della Biennale di Venezia. Bocchni espone negli spazi della nuova caffetteria di design con soppalco, in pieno stile post industriale. Una vetrata di aria fresca per tutti gli amanti della tazzina dove trovare anche caffè in grani da acquistare.


Atelier delle Verdure,
Playscape
Atelier delle Verdure è uno studio di architettura del paesaggio attivo nella progettazione dello spazio pubblico secondo principi di innovazione e sostenibilità ambientale e sociale. Nell’ambito del Parenti Design District, Atelier delle Verdure espone al Cinemino, luogo ideale dove raccontare il proprio approccio progettuale e presentare i propri Playscape, aree gioco a basso impatto ambientale e alto rendimento in collaborazione con Monterosa 76, falegnameria per soluzioni personalizzate. Nell’occasione sarà anche possibile scoprire Se-MI, kit di sopravvivenza verde e guerrilla gardening che racconta i quartieri di Milano e li associa ad un fiore autoctono.
Il Cinemino è uno spazio culturale e aggregativo; un crocevia di culture, di scambio e di interazione. Un piccolo bar e un cineclub sono gli ingredienti di questo spazio che ha unito l’amore per il cinema e per Milano.

Tre interventi artistici
Casa Tua Osteria, Abbottega e Pizzottella, tre ristoranti del gruppo Ranucci, ospitano tre artisti della Galleria l’Affiche.
Me ne infischio, opera di Daniele Melani, in arte Spider, colora le pareti di Abbottega, locale dove ritrovare il sapore dei prodotti e dei piatti tipici italiani. Cinque tele astratte dell’artista Chiara Belloni animano Casa Tua Osteria, locale che nasce dall’amore per i piatti della tradizione. Infine due tele con soggetto Milano dell’artista Daniele Righi Ricco valorizzano gli spazi di Pizzottella, il primo progetto focalizzato sull’offerta della pizza romana in teglia a Milano.

Bonsaininja, Talking Objects
Bonsaininja è uno studio creativo in grado di sviluppare progetti di comunicazione complessi e memorabili, nell’ambito della relazione tra ambienti, contenuti e persone. Capace di creare una naturale interazione tra le idee e la loro realizzazione. Un animale a due teste che guarda in una direzione e nell’altra, contemporaneamente. Chiaroveggente. In grado di comprendere bisogni, creare valori, di proporre e progettare con cura e, in definitiva, di trovare la bellezza.
In occasione del Fuorisalone 2019 Bonsaininja sarà parte del progetto Talking Objects, un percorso strutturato a tappe che darà voce e corpo ad oggetti cult del design Milanese del secondo Novecento. Bonsaininja darà quindi anima, cuore, ombra, luce a una sedia superstar del design made in Milano. Il suo “teatro di posa” per l’occasione diventerà un “teatro di prosa”, e non solo: tutto intorno si potrà respirare l’aria creativa che spira sempre forte da queste parti!

Gianluca De Angelis, La Filibusta
Gianluca de Angelis, nasce volutamente nel 1972 a Milano, alcuni dicono in gennaio, altri in luglio. Figlio della tradizione teatrale delle avanguardie europee del Novecento e dell’avanspettacolo meneghino, l’arte di De Angelis non si esaurisce nell’immediatezza della performance scenica, ma prende formanel tratto grafico che nelle notti di plenilunio accompagna i suoi solitari ditirambi. Spesso anzi il disegno e la caricatura anticipano profeticamente le visioni teatrali di De Angelis, come nel caso della Filibusta, 17 quadri che sviluppano l’epica vanità di un gruppo di bucanieri lanciati nell’impresa fallimentare di trovare un Tesoro, e prefigurarono lo spettacolo Pirati, andato in scena al Teatro Verdi nel 2017. Sulla scena e sulla tela l’arte di De Angelis persegue il medesimo svuotamento del senso attraverso lo smascheramento dell’assurdo che costituisce la vita, la parola e l’impresa umana.
Un ristorante di cucina greca con fantasticherie mediterranee e balcaniche, è questo Vasiliki Kouzina, un piccolo luogo magico nel cuore di Milano. Vasiliki Pierrakea, la proprietaria, ha voluto dedicarsi alla sua più grande passione,in uno spazio informale ed accogliente, dall’atmosfera calda ed avvolgente, tra pareti rosse, divani di velluto verde, sedute blu klein e dettagli dorati. Vasiliki Kuozina propone una cucina greca composta da una base semplice alla quale si aggiungono ricerca e innovazione, contaminazione ed ispirazione, per dare vita a piatti del tutto autentici, in cui la ricerca della qualità della materia prima è alla base di tutto.

Rossella Rossi, Da sempre sono stata affascinata dalla magia dell’acqua e dalla forza del mare
Rossella Rossi, pittrice dell’acqua, apre la sua casa-atelier nel Parenti district in occasione della Design week 2019 e del centenario della fondazione del palazzo tardo Liberty così soprannominato il “Castelletto” per i suoi caratteristici camini e le sue sculture. Una ideale via dell’acqua collega il Teatro Franco Parenti ed i Bagni Misteriosi cuore del Parenti District con l’atelier dell’artista/biologa di origine ligure Rossella Rossi.
In questa casa d’epoca dove passato e presente si coniugano in eclettici spazi funzionali, potrete scoprire dipinti, da cui emergono forme e luoghi d’ acqua, vivere in armonia con le creazioni dell’architetto Francois Muracciole che ritorna in questa occasione nella dimora da lui progettata eper la quale ha disegnato oggetti e arrediche sono stati fabbricati nel suo laboratorio nel cuore di Parigi. La maisond’edition Assemblage-m, di cui è il fondatore, nasce infatti con lo scopo di produrre e diffondere oggetti, curiosità, arredi che nascono insieme a un progetto architettonico.
In questo contesto si inserisce VagoeVago arricchendolo e potenziandolo. VagoeVago.com rappresenta l’unione di eccellenze italiane nel campo del design e della manifattura. Progetti su misura, scelta, consulenza e vendita di pezzi iconici con realizzazioni di ambienti unici e raffinati. “Montanara” sofà, tra poco fuori produzione, è tra le scelte fatte da VagoeVago, dove l’acqua di Gaetano Pesce sembra fluire nelle liquide tele dell‘artista.

Elena Chernyshova, Days of Night – Nights of Day
c|e contemporary ospitala prima personale italiana della fotografa documentarista russa Elena Chernyshova – curata da Christine Enrile – una selezione di scatti realizzati, fra il 2012 ed il 2013, a documentare la vita degli abitanti di Norilsk, città fra le più grandi del circolo polare artico situata in Siberia a 1700 m.s.l.m e con 170.000 abitanti.
La serie fotografica ci mostra come scorra la vita in questa città raggiungibile unicamente per via aerea e via mare solo quando la navigazione lo consente. Il reportage è animato dal desiderio di indagare la capacità di adattamento dell’uomo in condizioni di isolamento, disastri ecologici e clima estremo. Le opere esposte, testimoniano la lotta giornaliera per adeguarsi alle difficili condizioni di vita. L’artista ci mette di fronte a paesaggi e a momenti intimi della vita della popolazione, trasmettendoci le sensazioni di oppressione e di claustrofobia di questa realtà. Nata a Mosca nel 1981, l’artista ha sviluppato la passione per lo strumento fotografico durante i suoi studi presso l’Accademia di Architettura. La fotografia è per l’artista russa lo strumento attraverso il quale mostrarci la sua visione del mondo. Gli scatti, dal taglio documentaristico, risultano a volte crudi e privi di filtri altre volte quasi poetici come a voler smussare la realtà.

 


Parenti District Art & Design
www.parentidistrict.com