Nendo, Invisible outlines

Una mostra da non perdere al FuoriSalone 2017 è Invisible Outlines by Nendo presso lo Show room di Jil Sander in via Beltrami 5, vicino a Piazza Castello. 

Il noto studio di design giapponese Nendo, guidato dall’architetto Oki Sato ha presentato 16 nuove collezioni, come dei micro-mondi fantastici in cui il visitatore è guidato dai sensi e dall’immaginazione.

Se siete stanchi per le mille visite al FuoriSalone e avete pochi minuti in pausa pranzo, potreste rifugiarvi nelle sale dello showroom e farvi ipnotizzare dai movimenti fluttuanti dei Jellyfish vase!

Nendo, Jelly fish vase, Foto Valeria Corbetta
Nendo, Jelly fish vase, Foto Valeria Corbetta
Nendo, Jelly fish vase, Foto Valeria Corbetta

Questi “vasi medusa” sono immersi in una vasca lunga e stretta, un vero e proprio acquario di 180 millimetri d’acqua, nel quale trenta vasi di diverse dimensioni,  realizzati in silicio ultrasottile trasparente, galleggiano come meduse. La forza e la direzione del liquido viene regolata garantendo un moto ondulare.

Un-printed material
Nendo, Un-printed material, Foto Valeria Corbetta
Nendo, Un-printed material, Foto Valeria Corbetta
Nendo, Un-printed material, Foto Valeria Corbetta

Da segnalare anche gli Un-printed material, una serie di elaborazioni concettuali sulla carta, legate ai processi e alle lavorazioni di oggetti industriali realizzati con questo materiale.

La collezione è stata in passato ospitata dalla Creation Gallery G8, uno spazio dedicato alla comunicazione visiva a Ginza, Tokyo. Qui vengono esposti su dei volumi bianchi che si susseguono ravvicinati, illuminati dall’alto, in un ritmo che accentua il senso di astrazione del progetto.

Lavorando sia a mano, sia con una stampante 3D, “Un-printed” rappresenta la carta, senza utilizzarla: Nendo la astrae, analizzandola da un’angolazione e una prospettiva diverse. Alcuni dei pezzi rappresentano movimenti fluidi, altri i segni della carta quando viene piegata, altri ancora il momento in cui viene strappata.

80 sheets of mountains
Nendo, 80 sheets of mountains, Foto Valeria Corbetta
Nendo, 80 sheets of mountains, Foto Valeria Corbetta
Nendo, 80 sheets of mountains, Foto Valeria Corbetta

Alla fine del percorso si giunge agli 80 sheets of mountains una serie di montagne nate dallo stiramento di 80 sottilissimi pannelli di polistirolo di 5 millimetri di spessore, tagliati e allungati a laser a formare delle montagne, e disposti a creare un paesaggio quasi lunare.

Il progetto tiene conto anche dell’’impatto ambientale della manifestazione, che vuole essere ridotto al minimo. lo studio ha teso i fogli di polistirolo in loco per facilitarne il trasporto, gli stessi potranno poi essere appiattiti per agevolarne lo smaltimento o il riciclaggio.

 

Nendo: Invisible outlines
4-9 Aprile
Show room Jil Sander
Via Luca Beltrami 5
MILANO
nendo.jp
fuorisalone.it

Tags: