Luna | Park

Luna | Park

by Patrick Tuttofuoco

Una zona in trasformazion: Lambrate-Ventura

Negli ultimi anni il quartiere milanese di Lambrate-Ventura ha subito una radicale trasformazione che l’ha portato a liberarsi dal suo destino di decadenza periferica di ex-zona industriale fino a diventare uno dei fulcri più innovativi all’interno del panorama artistico contemporaneo. Centro nevralgico per lancio di artisti internazionali più o meno famosi e di manifestazioni culturali ormai divenute appuntamenti imperdibili.

Quella di Lambrate è stata una metamorfosi rapida che ha interessato non solo la ristrutturazione di diversi edifici – ora sede di alcune gallerie di grido dalla Massimo de Carlo, alla Monopoli – ma anche la riqualificazioni esterna degli stessi, usati ora come vetrine per il lancio di opere site-specific.

Luna | Park, foto Valeria Corbetta Luna Park
Luna | Park, foto Valeria Corbetta Luna Park
L’installazione

Esemplare il caso dell’installazione luminosa Luna | Park di Patrick Tuttofuoco che, dal 2005, campeggia su due edifici poco d’istanti l’uno dall’altro e che, nel buio della notte, sorprende con il suo colore rosso gli ignari passanti.

La scritta è in realtà l’insegna del vecchio parco divertimenti delle Varesine di Milano, da tempo demolito, di cui l’artista si è appropriato e che ha poi deciso di inserire simbolicamente nel centro di un quartiere che rischiava di andare incontro alla stesso destino di abbandono.

L’operazione di Tuttofuoco, dunque, crea un collegamento tra insegna e luogo, rendendo l’una la manifestazione visva dell’altro: il recupero di una vecchia insegna smantellata, restaurata e resa nuovamente funzionante e il rinnovamento di un luogo lasciato per molto tempo a margine e diventato, invece, simbolo della Milano che cambia.

Patrik Tuttofuoco, Luna, Veduta del quartiere
Patrik Tuttofuoco, Park, Veduta del quartiere
Biografia

Patrick Tuttofuoco (1974, Milano) lavora e vive a Berlino. Il suo fare artistico prende le mosse dall’analisi dell’ambiente circostante, visto come un contenitore di informazioni in continuo mutamento.

Vedendo l’architettura come il prodotto congiunto nato dagli sforzi delle persone che l’anno costruita e delle persone che la vivono, le sue opere comportano spesso un coinvolgimento del pubblico; visto dall’artista come portatore di energia vitale da legare alla funzionalità del luogo in cui si trova ad operare.

Patrick Tuttofuoco
Luna | Park, 2005

via Giovanni Ventura 6
Milano