L’ex Fabbrica dolciaria via Isimbardi/Barrili, 1010

I muri di una ex fabbrica dolciaria tra via Isimbardi e via Barrili si animano delle onde optical di ‘1010’, uno street-artist tedesco di origini polacche di fama mondiale. Si tratta di 800 metri quadri di pareti colorate nel quartiere Stadera nella zona sud di Milano.

L’ex Fabbrica dolciaria via Isimbardi/Barrili, 1010, foto Giuseppe Corbetta

Il colore è il vero protagonista di tutti i lavori di 1010, dalle opere outdoor su grande facciata alle tele di piccola o grande scala, fino alle carte di minime dimensioni lavorate semplicemente con la tecnica del ritaglio e della sovrapposizione.
1010 crea dei veri e propri “portali” che si aprono sui muri di palazzi solitamente anonimi, creando dei giochi prospettici coinvolgenti e ipnotici, che scavano livello per livello, illusioni ottiche che paiono attraversare gli spazi che le ospitano creando ponti per altre dimensioni.

“L’obiettivo dell’opera non era solo ridare decoro alla facciata, ma proporre arte sulla strada” ha raccontato la curatrice Alice Cosmai. Mentre il suo assistente passa il rullo, ‘1010’ con l’aerografo sfuma i confini tra una linea e l’altra. “Crea un gioco prospettico – spiega Daniele Decia fondatore della galleria Question Mark che lo promuove – in cui si sfonda la superficie del muro e si va verso altre dimensioni”. L’opera è stata inaugurata il 4 giugno 2016, nel contesto della mostra indoor di quadri tenutasi all’interno del palazzo stesso. A ospitarla è stata la galleria di arte contemporanea ottico-cinetica ’10 a.m. Art’.

L’ex Fabbrica dolciaria via Isimbardi/Barrili, 1010, foto Giuseppe Corbetta

BIOGRAFIA

1010 nasce nel 1979 in Polonia.
All’età di otto anni si sposta con la famiglia in Germania. Attualmente vive e lavora ad Amburgo.
Inizia la sua carriera artistica disegnando figure di fantasia per poi concentrarsi su composizioni astratte che ne determinano il tratto unico e distintivo.
1010 crea, attraverso giochi chiaroscurali e accostamenti cromatici programmati, illusioni ottiche stranianti che catturano lo spettatore e lo trasportano mentalmente in un’altra dimensione, lasciandolo riflettere sull’aspetto spazio – temporale.
I suoi “Buchi” o “Portali” si possono ammirare sui muri delle più famose città del mondo come Panamà, Miami, Parigi, Tokyo, Ostenda, Amburgo, Milano, rendendolo uno degli artisti più riconoscibili del panorama attuale dell’arte urbana.
1010 realizza, parallelamente ai grandi murales, opere d’arte più piccole dipinte ad acrilico su svariati supporti o ottenute attraverso la sovrapposizione di carte tagliate a mano.
1010 è oggi un artista internazionale che vanta un importante curriculum espositivo.

L’ex Fabbrica dolciaria via Isimbardi/Barrili, 1010, foto Giuseppe Corbetta

L’ex Fabbrica dolciaria via Isimbardi/Barrili, 1010, foto Giuseppe Corbetta

L’ex Fabbrica dolciaria via Isimbardi/Barrili, 1010, foto Giuseppe Corbetta


1010
Ex Fabbrica dolciaria
Isole Metropolitane, 2018
via Isimbardi  angolo via Barrili,
Milano
www.questionmarkmilano.it/1010-milano/
www.10amart.it/1010-artis

Tags: