Gio Ponti, Chiesa di San Francesco

Testo di Stefano De Crescenzo

Gio Ponti, Chiesa di San Francesco foto di di Stefano De Crescenzo

“La casa deve essere un fatto semplice. La si giudica dal grado di incanto che si prova a guardarla da fuori, e dal grado di incanto che si prova a viverci dentro”. Con queste parole Gio Ponti descrive perfettamente le sue intenzioni nel disegnare la più spettacolare delle case, quella del Signore. La facciata a vento, rivestita di preziose piastrelle in ceramica, incorpora tratti di cielo all’interno delle sue finestre a diamante come se si trattasse di pietre preziose capaci di cambiare colore a seconda del tempo. Il diamante, come in molte opere di Ponti, diviene tema compositivo riconoscibile dalla pianta fino ai rivestimenti a rilievo degli esterni. Cuore emblematico del progetto è la piazza antistante il sagrato ottenuta arretrando l’intero corpo di fabbrica rispetto al fronte stradale con l’idea che essa divenga il luogo della collettività e delle relazioni.

Gio Ponti, Chiesa di San Francesco foto di di Stefano De Crescenzo

Gio Ponti, Chiesa di San Francesco foto di Stefano De Crescenzo


Gio Ponti
Chiesa di San Francesco, 1964
via Paolo Giovio, 64
Milano

Tags: