COS x Phillip K. Smith III

Per il 2018, dal 17 al 22 aprile, il cortile e il giardino dello storico Palazzo Isimbardi in Corso Monforte ospiteranno l’opera dell’artista americano Phillip K. Smith III, noto per il suo lavoro che utilizza superfici specchianti per creare illusioni ottiche di forte impatto. Un lavoro che sarà ispirato all’architettura italiana rinascimentale, al cielo milanese e all’estetica sobria e raffinata tipica del marchio COS. Queste le parole dell’artista:

“Volevo tirare il cielo verso il terreno, per renderlo fisicamente presente. Il quadrato di cielo sopra la corte è trasformato in una forma semi circolare, che si colloca a terra di fronte al visitatore. L’idea è quella di unire attivamente e con  continuità la bellezza dell’architettura milanese con il cielo, creando un’esperienza sempre mutevole”

COS x Phillip K. Smith III. Foto di Valeria Corbetta

COS x Phillip K. Smith III. Foto di Valeria Corbetta

COS x Phillip K. Smith III. Foto di Valeria Corbetta

“Da COS, ci siamo ispirati al modo in cui le installazioni di Phillip K. Smith III interagiscono con l’ambiente naturale circostante, permettendoci di vivere gli spazi in modo nuovo, siano essi deserti o spiagge, e siamo impazienti di vedere l’effetto di quest’opera nel contesto milanese. Sono queste esperienze artistiche a trasformare la nostra percezione del mondo che ci circonda, ad offrirci innumerevoli fonti d’ispirazione per il nostro lavoro”, ha spiegato Karin Gustafsson, Creative Director di COS.

COS x Phillip K. Smith III. Foto di Valeria Corbetta

COS x Phillip K. Smith III. Foto di Valeria Corbetta

Per COS è la settima partecipazione alla rassegna milanese, tutto è cominciato al Salone del Mobile di Milano 2012. Da allora COS, il brand di moda con sede a Londra, non ha mai smesso di presentare esposizioni di grande interesse realizzate in collaborazione con artisti, designer e architetti internazionali. Dopo Gary Card e Bonsoir Paris, è stata la volta di Nendo, Snarkitecture, Sou Fujimoto, fino alla Milano Design Week 2017, quando l’installazione New Spring di Studio Swineper COS ha vinto il Milano Design Award come Most Engaging Exhibition.

COS x Phillip K. Smith III. Foto di Eliana Verbini

COS x Phillip K. Smith III. Foto di Eliana Verbini

Phillip K. Smith III dopo essere cresciuto nella Coachella Valley nel sud della California, ha conseguito il Bachelor of Fine Arts e il Bachelor of Architecture presso la Rhode Island School of Design. Dal suo Palm Desert, CA studio, crea lavori basati sulla luce che si basano sulle idee di spazio, forma, colore, luce e ombra, ambiente e cambiamento.
Caratterizzato da centinaia di pubblicazioni online e stampate, Phillip è noto per la creazione di installazioni temporanee dalle grandi dimensioni come Lucid Stead in Joshua Tree, Reflection Field e Portals al Coachella Music and Arts Festival, ¼ Mile Arc a Laguna Beach oppure The Circle of Land and Sky alla mostra inaugurale Desert X 2017.
Tutte queste installazioni sono presenti nel suo ultimo catalogo intitolato Five Installations pubblicato da Grand Central Press. Le sue opere pubbliche sono situate a esempio a Los Angeles, San Francisco, Kansas City, Nashville, Oklahoma City; l’artista è stato recentemente incaricato di creare opere permanenti di luce per le città di West Hollywood, CA e Bellevue, WA. Il lavoro dell’artista è incluso anche nella prossima mostra e catalogo Unsettled organizzato dal Nevada Museum of Art e dall’artista Ed Ruscha.


COS x Phillip K. Smith III
Palazzo Isimbardi
corso Monforte 35, Milano
www.cosstores.com
www.pks3.com

Tags: