Fondazione Converso

Costruita tra il 1549 e il 1619, la chiesa di San Paolo Converso è un vero proprio gioiello nascosto di Milano. Sconsacrata da Napoleone nel 1808, divenne nell’ordine: un deposito, una sala da concerto, uno studio di registrazione, sede dello studio di architettura Locatelli Partners e, dal 2017, anche spazio espositivo.m

Veduta dell'interno (courtesy CLS Architetti) Veduta dell’interno, foto courtesy Locatelli Partners.

Disegnata e costruita da Domenico Giunti, la chiesa claustrale si caratterizza sin dall’estreno per la ricchezza scultorea della facciata, opera dei più importanti scultori della Fabbrica del Duomo. L’interno, di impianto basilicale a navata unica, si caratterizza per la presenza di numerose cappelle riccamente decorate con scene bibliche e ricchi stucchi ornamentali, delle quali molte ad opera dei fratelli Campi.
Essendo chiesa claustrale è divisa in due parti: quella anteriore aperta al pubblico è trasformata oggi in spazio espositivo, mentre quella posteriore, un tempo riservata alla monache, ospita oggi gli uffici dello studio Locatelli Partners.

La nascita della Fondazione Converso si deve a Alexander May, direttore creativo della stessa e responsabile dalla programmazione interna e esterna di Converso. Lo scopo è far sì che artisti contemporanei di diverse generazioni possano sviluppare progetti in dialogo con la storia, l’architettura e la funzione simbolica del luogo, restituendo alla chiesa il suo ruolo di dimora per artisti proveniente da diversi contesti. Tra gli artisti da oggi ospitati riordiamo di Franco Mazzucchelli e Inge Mahn.

Riapporiazione, Franco Mazzucchelli, 2016, Courtesy of the artist. Photography by Henrik Blomqvist

Snake, Inge Mahn, 2019, foto courtesy T-space Studio

L’insolita e quanto mai ardita scelta di collocare uno studio di architettura in una chiesa sconsacrata si basa sulla volontà di preservare e sfruttare al meglio le strutture presistenti: l’area dell’altare diventa una libreria, la parte che collega le due chiese si trasforma in una sala riunioni mentre i vari uffici sono locati all’interno di una struttura in acciaio tubolare nero, di quattro piani, collocata al centro della sezione posteriore della chiesa. Questa struttura, aperta su tutti e quattro i lati, permette un continuo dialogo con gli affreschi tardo cinquecenteschi che ricoprono le pareti dell’edificio consentendone, tra l’altro, la visione da diverse altezze.

Veduta dell'interno (courtesy CLS Architetti) Veduta dell’interno, foto courtesy Locatelli Partners.

Veduta dell'interno (courtesy CLS Architetti) Veduta dell’interno, foto courtesy Locatelli Partners.


FONDAZIONE CONVERSO
converso.online

Chiesa San Paolo Converso
Piazza Sant’Eufemia, 3
Giovedì – Sabato: 11.00 – 19.00
Ingresso gratuito

Tags: