Chi siamo

Your own guide (Yog) si occupa di arte, design, architettura e fotografia e si rivolge a tutti gli appassionati e i curiosi che amano l’arte e desiderano avere informazioni, aggiornamenti e segnalazioni sugli eventi di Milano e dell’interland milanese.
L’offerta comunicativa approfondisce argomenti culturali e artistici mantenendo un carattere vivace, facilmente fruibile e attento al dettaglio grafico e fotografico. Questo approccio permette di raggiungere giovani, studenti e professionisti del settore, grazie ad un atteggiamento di pensiero che si pone dal punto di vista del fruitore curioso.
Yog seleziona le diverse proposte culturali offerte con un taglio critico, volto a stimolare la curiosità e gli interessi dei lettori. Per questo sulla piattaforma non si troveranno tutti gli eventi presenti in città, ma solo quelli ritenuti stuzzicanti in base alla linea editoriale scelta dalle tre fondatrici: Alessia Ballabio, Valeria Corbetta, Miriam Sironi.

picasion.com_874a07f26308519c0cf4ec8638525ec6  Y | Alessia Ballabio

È nata nei dintorni Milano, ha studiato grafica prima a Milano, poi un poco in Svezia ma ha una laurea specialistica in Storia e Critica dell’Arte per colpa di una spilla con Le tre età della donna di Klimt vinta alle elementari in una gara di problemi di matematica. Odia la matematica, ama Sartre. Yog è una seconda vita parallela a quella di assistente in una galleria d’arte e di pubblicista per una rivista d’arte. Ha collaborato con archivi milanesi e un museo, racconta qui tutto quello che ha imparato mentre ascolta decisamente troppa musica islandese.

picasion.com_12db2d9169647567fd575cfe07ac6b7d  O | Valeria Corbetta

È nata a Milano dove, un po’ di anni dopo, si è laureata in Storia e Critica dell’Arte, specializzandosi in conservazione e restauro della scultura contemporanea e in storia della fotografia. Fin da piccola ha dipinto, disegnato, scolpito, filmato, fotografato. L’amore per l’arte? Grazie alla mostra di Kandinsky alla Mazzotta nel ‘97 e alla sua prof. del liceo. Adora le fotografie di Brancusi e Lucio Fontana (sì, quello che tagliava le tele) e il suo più grande divertimento è visitare le città in estate, quando tutti sono al mare. Ha collaborato con gallerie, studi di architettura e organizzato eventi culturali. Oggi si occupa della comunicazione culturale d’impresa.

picasion.com_0551fb87a1015fd02a9c77d020056e28  G | Miriam Sironi

È nata in Brianza, ha studiato in Brianza ma sì è laureata a Milano in Storia e Critica dell’Arte, parlando di libri d’artista.
Trascorrerebbe la vita viaggiando, ma non potendoselo permettere si divide tra scuola e musei, indossando nei week end i panni della guida turistica. Ama la componente visuale delle parole, odia quella cognitiva. Non esce mai senza macchina (fotografica), una buona colonna sonora e un buon motivo. Fino ad oggi ha collaborato con vari archivi milanesi e riviste web e sì: la street art è arte.

 


Nella foto: Lara Favaretto, Tutti giù per terra (Everybody on the ground), 2004
© Lara Favaretto 

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram